fbpx
Contatti
Via circonvallzione 36 - Pecetto torinese (TO)

Mostrare al mondo la propria attività, le proprie idee e talenti; è possibile farlo grazie alla rete globale di cui ognuno di noi dispone. Internet è un universo infinito di possibilità, molte delle più sconosciute o sfruttate male.

Silvio

Differenza tra sito e social

Prima di scrivere il “come”, voglio precisare il “perché”. Qualche volta mi capita, parlando con qualcuno, di chiedere se abbia un sito web di riferimento per la propria attività; “no, ma abbiamo la pagina facebook” è la risposta sbagliata.

Alcune persone confondono la pagina facebook con il sito web, o la ritengono vantaggiosa per una questione di costi e luoghi comuni (è gratis, sono tutti su facebook, cosa ne faccio di un sito, ecc.).

Cos’è il sito web

È l’immagine che vogliamo dare della nostra azienda (o di noi stessi) messa a disposizione di tutto il mondo, e un portentoso strumento di marketing; può avere un impatto molto variabile sui visitatori, che saranno coinvolti in un esperienza visiva (web design, usabilità) e culturale (contenuti). Meglio sono progettati e sviluppati questi aspetti, più avremo credibilità da parte di chi visionerà il nostro sito.

Cos’è una pagina facebook

È uno spazio, all’interno della più grande rete sociale al mondo, attraverso il quale è possibile interagire con le persone che ne fanno parte. Data la scarsa possibilità di personalizzazione, non potremo mai mostrare la vera immagine che vorremmo dare di noi o della nostra azienda, sia a livello di web design come di contenuti.

L’uso corretto del social network

Le reti sociali come facebook, Instagram o altro, devono essere complementari a un sito web, e non usate in sua sostituzione; sono canali aggiuntivi per comunicare con i visitatori. Quando usate correttamente sono uno strumento efficace per migliorare la nostra visibilità, altrimenti possono essere anche controproducenti.

Il percorso di sviluppo

Vediamo quindi quali sono le migliori pratiche da seguire per portare la nostra immagine online; il software da utilizzare, la scelta della grafica e l’aggiunta di funzionalità aggiuntive, basandosi sul modello Open Source.

Costo dell’intero progetto altamente flessibile.

Il CMS (Content Management System – Sistema di gestione dei contenuti) quando distribuito sotto licenza Open Source, può essere scaricato e utilizzato liberamente; questo significa che non dovremo sostenere spese per l’acquisto iniziale della licenza e per il suo rinnovo periodico.
Lo stesso discorso vale anche per i componenti aggiuntivi (plugins o moduli), che potremo usare nella loro versione gratuita, spesso già più che sufficiente, e passare a quella professionale solo quando davvero necessario.
Infine, anche per il reparto grafico esiste un’ampia gamma di temi in versione gratuita di ottima qualità già dotati di funzioni per poter presentare al meglio i nostri contenuti, e in versione professionale per chi vuole il massimo senza compromessi.

Meno errori e più stabilità

Mediamente, il software Open Source viene revisionato e corretto da molti più programmatori in contemporanea di quanti possano essere i dipendenti di una ditta che si occupa del software proprietario che essa stessa produce. La prima diretta conseguenza è che gli errori del codice vengono rilevati e corretti in pochissimo tempo, che significa maggiore sicurezza e stabilità.

Vasta documentazione

Oltre a quella ufficiale, è possibile trovare altre risorse come forum e altre comunità online ricche di discussioni sui problemi riscontrati e soluzioni, lo stato del progetto e i futuri aggiornamenti. Ma non solo; lo sviluppatore di un sito, per esempio, può effettuare le correzioni in piena autonomia, e portarle alla comunità, preziosa esclusiva del modello Open Source; nella mia esperienza questo tipo di approccio non schematico si è rivelato utilissimo, perché mi porta velocemente alla risoluzione dei problemi.

Progettazione

Questa fase fondamentale viene discussa insieme al web designer, che concretizzerà l’idea del cliente, tramite l’acquisizione di molte informazioni; si dovrà calcolare, analizzando e ordinando i dati a disposizione, il numero di pagine che il sito avrà e come organizzare e presentare al meglio i contenuti, scegliendo la grafica e il layout più adatti.

La parte tecnica

Solo quando la struttura del futuro sito sarà ben chiara, si passerà all’installazione del software più idoneo (scelto in fase di progettazione) presso un servizio di hosting selezionato con cura in base alle necessità. Verranno infine installati i moduli aggiuntivi necessari e configurato il tutto.

Contenuti

Non basta riempire le pagine con testi e immagini, ma è importante che venga fatto nel modo migliore possibile; i testi dovranno essere grammaticamente e ortograficamente corretti, non dovranno essere troppo lunghi o corti e più comprensibili saranno più saranno utili al lettore.

Tutte le immagini usate devono essere adattate per misure e risoluzione, in modo da avere il migliore impatto visivo e la maggior velocità nella visualizzazione.

Conclusioni

Sommando il tutto, è davvero utile avere un sito web? Sicuramente. È la nostra base sul web, dove potremo esporre al meglio la nostra attività, qualunque essa sia. Lo sanno benissimo le più famose aziende e i più importanti blogger, e molte altre persone si rendono conto, dopo qualche indagine o una consulenza esperta, che è davvero un ottimo investimento.

Di contro, l’errore peggiore che consiglio caldamente di evitare è il fai da te; esistono servizi che promettono di poter realizzare un sito professionale con nessuna conoscenza tecnica; non potrà mai funzionare, altrimenti perché si sceglie di studiare e diventare web designer? Lo stesso vale per il cugino smanettone; ne ho visti tanti di lavori fatti da questi individui; delle vere e proprie truffe a danno dell’immagine.
Riprendo ciò che ho detto all’inizio: il sito web porta la nostra azienda o attività sotto gli occhi di chiunque, e non è uno scherzo; se si sceglie di farlo, è bene affidarsi a un professionista serio.

Condividi questo articolo:

Post Author: Silvio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *