<< scarica >>

Intervista a Benedetto Vertecchi.

Qual è il modo migliore, per raggiungere l’obiettivo di promuovere l’impresa e non la cultura, avere consumatori e non esseri umani che ragionano, oscurare deliberatamente alcuni aspetti delle realtà scomodi al potere e alle sue logiche aziendali, se non quello subdolo che parte dall’istruzione dei bambini? Perché se una grande multinazionale deve vendere in tutto il globo lo stesso tipo di hamburger è necessario omologare la platea ed evitare che a qualcuno salti in mente di preferire i tortellini emiliani o i cannoli siciliani. Mentre noi, invece, quali possibilità abbiamo per difenderci? Benedetto Vertecchi, pedagogista, accademico e saggista, si occupa da sempre di ricerca in ambito educativo e si dice molto preoccupato dalla deriva che il sistema scolastico sta prendendo.

Byoblu – Come la scuola globalizza i bambini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: