Contatti
Via circonvallzione 36 - Pecetto torinese (TO)
Motori di ricerca che rispettano la privacy - SilvioTO - L'Informatica, Seriamente.

Tutti i giorni usiamo il motore di ricerca per trovare prodotti e servizi, per uso personale o per lavoro. La rete è un universo interessante dove si può arricchire la propria cultura.

Quando acquistiamo uno smartphone o un computer e iniziamo a usarlo, scriviamo la parola o frase nel campo “cerca”, confermiamo e scegliamo di visitare un link nella lista dei risultati ottenuti. Nel tempo, però, veniamo assaliti da una strana sensazione; dopo qualche settimana di ricerche su svariati argomenti, sembrano comparire sempre i soliti siti, e se andiamo oltre la prima pagina, ciò che vedremo avrà che ben poco (o nulla) a che fare con ciò che stavamo cercando.

É possibile che in tutta la nazione, o addirittura in tutto il mondo, di un certo argomento esistano poche decine di siti che ne parlano? Infatti non lo è, e il fenomeno, assai curioso, è caratteristico di Google, che tutti conosciamo.

Il problema

Il monopolio di un’unica azienda su un vasto territorio non è mai un bene, qualsiasi servizio distribuisca, e per quanto riguarda la conoscenza e la cultura direi che è davvero grave. Google è talmente potente che è in grado di nascondere, svelare oppure promuovere prodotti, servizi, notizie, immagini e altro a milioni di persone. Ma non solo, con il tracciamento continuo del nostro indirizzo IP può proporre più volte la stessa pubblicità in momenti e in luoghi diversi della rete, inseguendoci. In poche parole, un’unica grande multinazionale ha un’enorme influenza sulla cultura e la finanza di interi Stati.

Le soluzioni

Per uscire dalla rete di Google e trovare informazioni migliori su ciò che cerchiamo, occorre rivolgersi ad altri. I motori di ricerca che vi propongo di seguito migliorano di molto i risultati delle nostre ricerche e, se abbiamo un’attività, offrono strumenti davvero utili.

DuckDuckGo

DuckDuckGo - SilvioTO - L'Informatica, Seriamente.

Oltre a non tracciare l’utente e rispettare quindi la sua privacy, questo motore di ricerca dal cuore Open Source restituisce a chi ne fa uso una lista di risultati che provengono da oltre 400 fonti diverse, tra le quali Wikipedia, Yelp e altre centinaia di altri siti focalizzate su temi diversi (programmazione, ristorazione, finanza, salute, ecc.). Con ognuna di queste importanti banche dati sono stati stretti degli accordi, in modo che i risultati possano comparire nelle ricerche su DuckDuckGo. Oltre a questa importante caratteristica, è possibile ottenere risultati mirati tramite utili scorciatoie (!Bang), che risultano comode per trovare qualcosa in un sito specifico (Amazon, Wikipedia, Twitter, e molti altri).

Qwant

Qwant - SilvioTO - L'Informatica, Seriamente.

Lanciato per la prima volta in Francia e Germania, Qwant si propone come il primo e vero motore di ricerca europeo da usare come valida alternativa alle maggiori piattaforme americane, promettendo di rispettare in pieno i diritti fondamentali degli individui e delle aziende. La totale riservatezza e neutralità delle ricerche, che vengono criptate e non vengono tracciate o profilate in alcun modo lo rendono uno strumento davvero valido. In più offre alcuni prodotti davvero interessanti, come la ricerca creata appositamente per i bambini, e le Boards, una bacheca di condivisione sociale con gli altri utenti iscritti.

Ecosia

Ecosia - SilvioTO - L'Informatica, Seriamente.

Un progetto davvero lodevole. I loro server usano solo energie rinnovabili per funzionare, e i fondi guadagnati con gli annunci visualizzati nelle ricerche vengono impiegati per piantare alberi. Anche questo motore offre una completa privacy e sicurezza a chi ne fa uso.

searX

searX - SilvioTO - L'Informatica, Seriamente.

Un metamotore che aggrega i risultati di oltre 70 motori di ricerca. Il software è distribuito con una licenza copyleft e può essere scaricato, eventualmente personalizzato e installato sui propri server. Permette di filtrare le ricerche per svariate categorie, tra le quali alcune davvero interessanti, come Documenti, Scienza, IT e Social. Anche searX lo si può usare in totale anonimato e sicurezza.

Startpage

Startpage - SilvioTO - L'Informatica, Seriamente.

Usando questo motore riceviamo i risultati “puri” di una ricerca su Google; esso fa da intermediario e filtra i risultati in modo da renderli completamente privati e anonimi.

Utilità

Se si ha un’attività, si possono sfruttare gli strumenti messi a disposizione dei motori di ricerca per dare un servizio aggiuntivo sul nostro sito, e nello stesso tempo migliorare il SEO. Si potrebbe, per esempio, incorporare un campo di ricerca DuckDuckGo tra le nostre pagine per effettuare ricerche mirate sul nostro dominio, oppure esplorare nuovi mercati, iscrivendosi alle bacheche di Qwant e pubblicando articoli e news sulla nostra azienda; se operiamo nel campo dell’ecologia, energie rinnovabili, biologico o affini, potremmo incorporare un campo per la ricerca del motore Ecosia, per rafforzare la nostra immagine e dare una mano anche concretamente a una giusta causa.

Conclusioni

Come abbiamo visto, esistono svariati servizi che offrono modalità di ricerca criptate e risultati non pilotati. Quando davvero cerchiamo qualcosa e vogliamo scavare a fondo, è meglio quindi usare più motori di ricerca, preferendo chi rispetta la nostra privacy. Inoltre, analizzandoli, scopriremo che possono essere utili anche per la nostra attività.

Condividi questo articolo:

Post Author: Silvio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *