Sono svariati i software che il web designer usa per sviluppare un sito web: per la grafica, la modifica del codice, l’elaborazione di testi, tanto per fare qualche esempio. Personalmente, dopo averne provati tanti, ho scelto di usare esclusivamente software Open Source.

La suite per l’ufficio LibreOffice mi permette di scrivere i testi che poi andranno inseriti nelle pagine del sito; con Gimp e Inkscape elaboro immagini di ogni tipo. Geany e Bluefish mi sono utili per modificare file scritti in html e php. Il sistema operativo è Debian GNU/Linux, che da molti anni mi riempie di soddisfazioni e mi perette di lavorare senza stress.

Il CMS che preferisco per sviluppare i siti è WordPress, perché, specialmente negli ultimi anni, ha dimostrato essere il più versatile e il più ricco di risorse preziose: documentazione, piattaforma per il supporto, temi e plugins sono saliti a livelli qualitativi molto alti. Questo non vuol dire che esista solo lui, anzi, ci sono situazioni nelle quali è meglio usare altri software o particolari compiti specifici per i quali WordPress non è stato progettato.